Casa » Fcc - riparazione e manutenzione » Olio di manutenzione automobilistica » La differenza tra un motore rotativo convenzionale & tramite

La differenza tra un motore rotativo convenzionale & tramite

Categoria: Olio di manutenzione automobilisticaAutore: Émile Begue

Visto
12

La stragrande maggioranza dei veicoli sulla strada di potenza di due tipi di motori: motori a pistone e rotativi. Entrambi sono forme di motori a combustione interna, che sfruttano l’energia spesa quando la benzina brucia in una camera chiusa. Il motore rotativo beneficia sua cornice molto più piccoli, mentre il motore a pistoni brucia il carburante in modo più efficiente.

Dimensione

La differenza più immediata tra pistone e motori rotativi risiede nella loro dimensione. Berline comunemente avrà motori di spostare verso l’alto di 4 litri, mentre il motore rotativo di Mazda RX-8 spiazza un mero 1,3 litri. Questa piccola dimensione consente al motore rotativo maggiore libertà di posizione, permettendo così di sedersi più lontano rispetto ad un motore più ingombrante, che a sua volta porta ad una macchina più equilibrata.

Moto

Questi due motori sottoposti a movimenti radicalmente differenti. Il motore a pistoni ha una serie di cilindri allineata in modo che un albero a camme aziona i pistoni nel cilindro il motore riceve il carburante. Una candela si accende poi il carburante e l’esplosione spinge verso l’alto, il ciclo si ripete. Il motore rotativo, d’altra parte, ha un rotore a forma di un triangolo sporgente che ruota intorno ad un cilindro ovale, creando tre tasche. Il motore riceve il combustibile in una tasca, si infiamma in un altro ed espelle scarico dal terzo. Il rotore non si ferma mai per cambiare la direzione del ciclo nel rotary, con conseguente erogazione di potenza più uniforme rispetto a quella del motore a pistoni.

Efficienza del carburante

Una delle mancanze principali del motore rotativo si trova nella sua povera di carburante. La forma della camera creata dal rotore e alloggiamento, un po’ allungata triangolare cilindro, conduce alla incompleta combustione della benzina. Cilindri ricevono più energia utilizzabile dalla fase di combustione, poiché la loro forma ricorda più da vicino la forma teoricamente ideale per una camera di combustione.

Prestazioni

Entrambi i motori hanno subito modifiche nel corso degli anni per migliorare le prestazioni. L’output di un classico motore LT1, la centrale elettrica della corvetta mid-1990s, si trovava a circa 300 CV a n/a giri e un enorme 340 piedi-libbre di coppia a n/a giri. Il motore rotativo di Mazda 2010 RX-8, l’unico motore rotary ancora in produzione a partire da gennaio 2011, produce 238 CV a un impressionante n/a rpm, anche se è relativamente più leggero in termini di coppia, producendo solo 159 piedi-libbre a n/a giri/min.