Casa » Fcc - riparazione e manutenzione » Manutenzione e riparazione elettrica » Come testare CUCV alternatori

Come testare CUCV alternatori

Categoria: Manutenzione e riparazione elettricaAutore: Anto Schmidt

Visto
20

CUCV (veicolo commerciale di Cargo Utility) è utilizzato principalmente dai militari per il trasporto di merci. Molti CUCVs sono stati progettati per trasportare fino a otto soldati. Il CUCV è stato eliminato alla fine nel 1997 perché i militari realizzato che era meno costoso modificare ogni giorno camion e SUV di to progettare veicoli specificamente per il trasporto militare. Alternatori in CUCVs indeboliscono allo stesso modo fare alternatori ordinarie. Utilizzando un voltmetro è il modo migliore per testare la potenza in alternatore di un CUCV.

Difficoltà: Moderatamente facile

Istruzioni

Avrete bisogno di cose

  • Voltmetro
  1. Sollevare il cofano dell’auto, mentre il motore è spento e prop in su.
  2. Collegare il voltmetro alla batteria. Collegare il cavo positivo al post positivo della batteria e il cavo negativo negativo. I lati positivi e negativi di entrambi il voltmetro e la batteria sono di colori diversi per facilitare l’identificazione. Gli aspetti positivi sono il rossi e i negativi sono neri.
  3. Controllare la lettura sul voltmetro. Destra ora il metro sta registrando la tensione della batteria, e quando sei prove l’alternatore, è bene sapere se la batteria è il suono. La lettura dovrebbe essere tra i 12,5 e i 12,8 per una forte batteria.
  4. Avviare il motore. Controllare il voltmetro nuovo, che ora sta misurando la tensione dell’alternatore. La lettura dovrebbe mostrare tra 13,6 e 14,3 volt se l’alternatore è in buone condizioni. L’alternatore potrebbe essere necessario sostituire se la lettura è inferiore.

Avvertenze & consigli

Versare il bicarbonato di sodio su qualsiasi batteria possibile ricadute acidi prima di toccare la batteria. Bicarbonato di sodio neutralizza l’acido.

Non provare a scollegare la batteria per testare l’alternatore, mentre il motore è acceso. Si rischia di scosse elettriche e danni all’alternatore, così come altri componenti principali del motore.